Brand Meta Memphis

Mentre l’esperienza creativa del gruppo Memphis si esaurisce alla fine degli anni ’80, l’attività imprenditoriale e produttiva dell’azienda Memphis continua. 

Il 1989 vede il lancio della collezione Meta Memphis, un esperimento innovativo che coinvolge non più designer, ma artisti di fama internazionale per la prima volta impegnati nella progettazione di oggetti e mobili. 

Ispirata alla parola greca metamorphosis, trasformazione, la collezione ripensa i modi e gli archetipi dell’abitare sedimentati nella memoria collettiva attraverso rivisitazioni concettuali e associazioni formali, materiali e funzionali inconsuete. 

Alighiero Boetti scrive a mano in corsivo le ore su l’orologio da parete Orogio rendendolo illeggibile. Pier Paolo Calzolari destruttura arredi mescolando materiali incongrui e trasformandoli in oggetti sorprendenti. Sandro Chia trasforma in sculture monumentali una sedia impagliata e un tavolo realizzandoli in bronzo. Joseph Kosuth riveste un divano-letto da seduta psicoanalitica con un tessuto che riproduce il frontespizio de L’interpretazione dei sogni di Freud. Michelangelo Pistoletto riduce un mobile ai suoi contorni rendendolo di fatto inutilizzabile. Franz West realizza pezzi poetici e precari con materiali metallici di recupero: la sedia in tondino di ferro da cantiere o la lampada in catena irrigidita. E ancora Mimmo Paladino, Maurizio Mochetti, Susana Solano, Lawrence Weiner

La seconda e ultima collezione, nel 1991, approfondisce le tematiche già elaborate nell’esperienza precedente. Al progetto partecipano nuovamente Alighiero Boetti, Franz West, Joseph Kosuth, Mimmo Paladino, Lawrence Weiner, cui si aggiungono Marco Bagnoli, Mathis Esterházy, Sol LeWitt, Bill Woodrow, Gerhard Merz: i confini linguistici ed espressivi del disegno industriale vengono definitivamente messi in discussione. 

Memphis | Galleria Post Design: Largo Treves 5, 20121 Milan
Memphis srl: Via Olivetti 9, 20010 Pregnana Milanese (MI) 

 
Nazione
Italy
 
Telefono
+39 02 65 54 731
Contatta via email
Vai al sito