Selezionato Evento Focus

Nilufar presenta nuove collaborazioni d'eccezione: Flavie Audi, FAR - BRASSLESS + Audrey Large, Studio Nucleo

Nina Yashar dedica Nilufar Depot a due importanti progetti: TERRA (IN)FIRMA, mostra monografica dell’artista Flavie Audi, e la seconda edizione del collettivo FAR - BRASSLESS, curata da Studio Vedèt, con 11 nuovi progetti di giovani designer internazionali. Nilufar Gallery ospita invece la mostra It's All About Colors di Studio Nucleo, che celebra i 10 anni di collaborazione attraverso collezioni passate e nuovi progetti.
Brand
Nilufar
L'evento appartiene a
Best of Fuorisalone Digital

NILUFAR DEPOT

atrio centrale
TERRA (IN)FIRMA
Flavie Audi
La mostra monografica dell’artista franco-libanese Flavie Audi, indaga varie forme e materiali geologici per dare vita ad un mondo utopico dove reale e virtuale si incontrano. Nell'Antropocene, era geologica attuale, dove complessi metodi di estrazione delle risorse minacciano la solidità del nostro pianeta, TERRA (IN)FIRMA cerca di destabilizzare l’incontro dell’uomo con l’elemento terreste e immaginare una topografia post-umana. Navigando in questa strana pianura, si incontrano frammenti di iper-pietre disperse nello spazio, che indeboliscono il nostro senso di stabilità; le rocce diventano fluide, scivolando sul loro asse, agglomerandosi. Le forme si sfiorano e si avvicinano le une alle altre in dolci relazioni. L'estetica digitale distorce il nostro senso di natura materiale, ibridando l'organico e il sintetico. In ultima analisi, TERRA (IN)FIRMA ci pone di fronte al dilemma di Prometeo: la Terra, la cui utilità è determinata principalmente dai bisogni umani secondo la teoria del Prometeanismo, dovrebbe essere trattata come una risorsa? La tecnologia umana può superare i nostri problemi ambientali?

caveau
FAR | BRASSLESS – Nuovi accordi per onde metalliche
Curatela Studio Vedèt

FAR è un'entità parassita, un progetto intestino e disturbante che da tre anni si insinua negli spazi e nei programmi di Nilufar Gallery. FAR prenderà possesso degli spazi del Caveau di Nilufar Depot in viale Lancetti, con la collettiva BRASSLESS. La mostra è un gesto provocatorio e leggero e si pone quale commentario divertito rispetto a un trend che negli ultimi anni ha investito product e interior design, influenzando (senza eccezione) anche le scelte di Nilufar. BRASSLESS, è un moto a sottrarre che guarda ironico all'abuso di un materiale e in particolare all'impiego decorativo e dilagante dei suoi "fogli" per rivestire tutto e nulla, senza particolare ricerca rispetto alle sue vere proprietà e funzionalità. I 12 progetti di FAR sono 12 esperimenti che indagano diversi metalli (e un non-metallo) per celebrare la felice congiuntura dei momenti in cui il design decide di interrogarsi sulla varietà della materia, indagandone qualità fisiche ed effetti visivi in relazione alla forma che vuole ottenere – e contro l’uniformità. || Anna Diljá Sigurðardóttir | Antonio Barone | Carlo Lorenzetti | Destroyers / Builders | Lukas Wegwerth | Objects of Common Interest | Odd Matter | OLDER with Alexander Benjamin Vinther | Simon Ballen | Studio Minale-Maeda | Thomas Ballouhey | Wendy Andreu / Bram Vanderbeke | Special contributor - Martino Gamper

NILUFAR GALLERY

piano terra di via Della Spiga e spazio di via Senato
IT’S ALL ABOUT COLORS
Studio Nucleo

Studio Nucleo, collettivo torinese di designer e artisti guidati da Piergiorgio Robino, presenta la mostra IT’S ALL ABOUT COLORS, dedicata alle sue collezioni e a nuove produzioni, per celebrare il decimo anniversario di collaborazione con la galleria. A partire dalle correlazioni di colori, Nucleo espone 5 progetti selezionati da Nina Yashar.
Color Lenses è l'ultimo progetto di Nucleo, progettato in esclusiva per Nilufar. Un'intera collezione, composta da panca, sgabelli, lampade da terra e da parete, gioca con la trasparenza e la moltiplicazione dei colori. Come le lenti, dispositivi ottici per focalizzare e rifrangere la luce, gli oggetti di questa collezione incantano con i loro mutevoli riflessi. La nuova serie è composta da diversi volumi trasparenti di resina lucidata. Ogni parallelepipedo viene colorato usando una nuova tecnica innovativa che crea un'esperienza visiva multicolore.
Primitive, presentato per la prima volta alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, è stato il primo progetto per Nilufar durante il Salone del Mobile 2010. Esposto in molti musei e gallerie di tutto il mondo, Primitive è diventato la pietra miliare di Nucleo per il design da collezione. Realizzato per dieci anni sempre in colore bianco, ora per la prima volta viene proposto in una nuova edizione colorata e arricchito da una nuova gamma cromatica.
Anche Presenze, la seconda collezione presentata da Nilufar, si veste di nuovi colori. Da un lato, un vaso del 2014, ricolorato con una nuova tecnica per dargli nuova vita. Dall'altro, una inedita console, realizzata con cubi di resina riciclata delle passate edizioni e ricolorata con una nuova luce scura.
La libreria Cages, un pezzo unico del 2014 realizzato con una struttura in ferro e cornici in bronzo lucido e patinato, dialoga con l'evoluzione del progetto: Left Over. Si tratta di tavoli-scultura realizzati in collaborazione con l'artista contemporaneo Hilario Isola nel 2018, in cui i piani in legno diventano materiale organico, come la frutta. Partendo da Cages, l'artista lascia i frutti sulle superfici al fine di macchiare il legno con i succhi che ne derivano. Cages all’origine è una struttura metallica che si lascia permeare della luce, evocando una semplice rappresentazione spaziale, quasi immutabile. Oltre a lasciarsi permeare dalla luce, il modulo geometrico qui viene coinvolto in un ciclo vitale di decadimento organico in cui acquisisce il colore da cui è permeato. Sull'onda del primo Left Over, Nucleo disegna una nuova collezione chiamata essa stessa Left Over. È sempre una collaborazione artistica tra Nucleo e Hilario Isola. Eleganti strutture geometriche in ottone ospitano pietre scolpite in alabastro su cui Isola crea i suoi dipinti a colori organici.

spazio di via Senato
special project by Federica Perazzoli
Nina Yashar ha scelto di affidare l’allestimento di questo spazio all’artista Federica Perazzoli, che presenta una nuova opera, Each time you fall in love, ispirata al linguaggio visivo ed estetico dell’Oriente, nata dalla realizzazione, in esclusiva per Nilufar Gallery, di un dipinto delle dimensioni di 200x600 cm, punto di partenza per tutte le declinazioni realizzate. L’opera, stampata su tessuto e su carta da parati, avvolge i nuovi pezzi contemporanei di Studio Nucleo, in un’atmosfera onirica e iperdecorativa.

piano terra – Nilufar25
IMPLICIT SURFACES
Audrey Large
curatela Studio Vedèt

Implicit Surfaces, nell'ambito del programma parallelo FAR, è un solo-show della designer francese Audrey Large. La mostra apre una parentesi straniante nel nuovo spazio di via della Spiga Nilufar25, inaugurato lo scorso anno: un'esperienza immersiva contenuta in pochi metri ad altissima densità, che si affaccia su una vetrina del centro. Gli oggetti/immagine disegnati da Large, nelle iridescenze sinuose e arbitrarie delle sue stampe 3D, pongono domande intriganti rispetto ai temi della percezione e della funzione, esplorando provocatori e liberi il confine tra reale e virtuale.

 
Indirizzo e contatti

Nilufar
Via della Spiga, 32
20121 Milano
tel. +39 02 780193

Nilufar Depot
Viale Vincenzo Lancetti, 34
20158 Milano
tel. +39 02 36590800

Contatta via email
Vai al sito