Focus


5 mostre online per il weekend


Le attività di gallerie, musei e fiere internazionali non si fermano e integrano la loro proposta con il mondo virtuale. Ecco cinque appuntamenti da non perdere.

 

 

L’anno nuovo è cominciato e sono partite anche le vaccinazioni contro il Covid-19, ma rimangono tantissime incertezze: le regioni italiane cambiano colore adottando misure più rigide per contenere l’epidemia da coronavirus.

L’ultimo Dpcm prevede la possibilità per i musei di riaprire dal lunedì al venerdì, ma solo nelle regioni in area gialla. In questo scenario l’industria culturale, nostrana e internazionale, non può fare a meno di continuare a esplorare nuovi linguaggi e nuove modalità di fruizione di contenuto, rafforzando la propria identità digitale. Uno stimolo ma anche una sfida non scontata per gallerie, musei e fiere internazionali, invitate in questo frangente a progettare percorsi virtuali originali per far fronte al confinamento, dove i visitatori possono avvicinarsi ai contenuti da remoto.

Per questo fine settimana in arrivo abbiamo raccolto cinque appuntamenti online da visitare dal divano di casa, tra mostre e rassegne internazionali.
 

Nome

Triennale di Milano: Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli

Una mostra fondamentale realizzata da Triennale, un vero omaggio alla carriera di Enzo Mari, scomparso all’età di 88 anni lo scorso ottobre. Una retrospettiva che documenta oltre 60 anni di attività di uno dei più importanti progettisti del panorama italiano. Il percorso espositivo è curato da Hans Ulrich Obrist con Francesca Giacomelli e comprende una sezione storica ma anche una serie di contributi realizzati da artisti e progettisti internazionali come Adelita Husni-Bey, Tacita Dean, Dominique Gonzalez-Foerster, Mimmo Jodice, Dozie Kanu, Adrian Paci, Barbara Stauffacher Solomon, Rirkrit Tiravanija, Danh Vō e Nanda Vigo, oltre a Virgil Abloh per il progetto di merchandising.

Visitabile fino al 18 aprile 2021.

Nome

The Design Museum: Beazley Designs of the Year 2020

Il meglio dell’architettura e del design selezionati dal museo londinese di High Street Kensington. Un’esperienza virtuale che promette ai visitatori di imbattersi nelle migliori novità del mondo del progetto selezionati da una giuria presieduta dalla giornalista Razia Iqbal e composta dal designer Samuel Ross e dall’esperta di materiali Seetal Solanki. Una panoramica a 360 gradi che tiene conto dell’attualità, spaziando dalla moda all'architettura, dal design di prodotto alla grafica, passando per la tecnologia e i trasporti.

Visitabile fino al 28 marzo 2021.
 

Utopia Now


Helsinki Design Museum: Utopia Now – The Story of Finnish Design

Una mostra per tutti gli appassionati di design nordico: il Museo del Design di Helsinki propone una carrellata di pezzi iconici del design finlandese, dai pezzi storici degli anni Cinquanta al mitico cellulare Nokia, fino ad arrivare al popolarissimo videogioco Angry Birds. Un viaggio alla scoperta della collezione permanente del museo, da visitare attraverso un percorso interattivo arricchito con materiali inediti e informazioni sui progetti esposti.
 

Nome


London Design Biennale: Design in an Age of Crisis

Un’open call lanciata lo scorso luglio dalla London Design Biennale con la collaborazione di Chatham House, il Royal Institute of International Affairs di Londra, a cui hanno partecipato 500 progettisti provenienti da oltre 50 paesi e 6 continenti. Obiettivo: fornire idee, spunti e suggerimenti in un momento storico ricco di criticità. Quattro i temi: salute, ambiente, società e lavoro. Il risultato è raccolto online e rappresenta una testimonianza preziosa di come il design possa diventare una risorsa e uno strumento attivo per il cambiamento.

Nome


DesignTO
Il festival del design di Toronto quest'anno lancia il tema "Distanced and Digital!" e propone sia una serie di eventi in città che altri unicamente digitali: talk, workshops e mostre.
"Majesty – Illusion Between Italy and Canada" curata da Francesca Molteni e Maria Cristina Didero vede i designer Chiara Andreatti e Francesco Faccin esplorare attraverso la mostra il rapporto tra l'uomo e la natura, simbolo della cultura e dell'identità canadese.

Visitabile fino al 28 febbraio 2021.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

— Vedi anche...