Focus


Cassina celebra la figura di Charlotte Perriand

L’azienda di Meda, l’unica autorizzata a produrre i mobili disegnati della progettista francese, presenta anche quest’anno una selezione di riedizioni inedite, sviluppate nel massimo rispetto per l’autenticità.

 

Anche quest’anno Charlotte Perriand si conferma protagonista del panorama culturale e progettuale, attraverso una serie di eventi e riedizioni di cui Cassina, in quanto unica azienda autorizzata a produrre i mobili da lei disegnati, si fa con orgoglio portavoce. 

charlotte_perriand_1
© Robert Doisneau, CC0, via Wikimedia Commons

Dal 21 maggio al 21 novembre 2021, in concomitanza con la Biennale di Venezia, presso la Fondation Wilmotte è esposto il Refuge Tonneau, progettato da Charlotte Perriand e Pierre Jeanneret nel 1938. Si tratta di un rifugio di montagna realizzato per la prima volta da Cassina nel 2012, in stretta collaborazione con Pernette Perriand-Barsac (sua unica erede) e Jacques Barsac. Ispirata ad una giostra per bambini fotografata da Perriand in Croazia, questa struttura all’avanguardia è stata sviluppata sulla base di disegni e appunti originali e con l’impiego di tutto il patrimonio di conoscenze che Cassina ha maturato nella sua storia.

charlotte_perriand_2
Refuge Tonneau @ Fondazione Giangiacomo Feltrinelli © Omar Sartor

Fino al 5 settembre sarà invece visitabile la mostra "Charlotte Perriand: The Modern Life" presso il Design Museum di Londra. Per l’occasione, Cassina in qualità di Reconstruction Content Partner, presterà una selezione di oggetti dal proprio archivio, tra cui l’autentica ricostruzione del rivoluzionario Salon d'Automne (1929), i mobili ricreati per la Proposition d'une Synthèse des Arts (1955) e la panca Banquette pour l'agence Air France (1957), esposta per la prima volta all’interno della ricostruzione dell’agenzia Air France London. La mostra è un’opportunità unica per i visitatori di scoprire l’opera di Charlotte Perriand e la sua capacità di disegnare interni all'avanguardia, in grado di rispondere alle esigenze del fruitore, unendo funzionalità e bellezza.
 


Leggi anche: Cassina e Ico Parisi: una storia per riscoprire la cultura dell’abitare anni Cinquanta



charlotte_perriand_3

Oggi la Collezione Charlotte Perriand per Cassina, introdotta nella Collezione Cassina I Maestri nel 2004, conta circa trenta prodotti, tutti rieditati in stretta collaborazione con Pernette Perriand-Barsac. Tra questi troviamo: il Paravent Ambassade progettato nel 1966 per gli interni della residenza dell'ambasciatore giapponese in Francia, composto da 313 blocchetti di legno massello lavorati e rifiniti a mano; la famiglia di librerie e contenitori Nuage, rieditata da Cassina dal 2012; La scrivania Petit bureau en forme libre, caratterizzata da morbide linee arrotondate e dalla sua forma asimmetrica, del 1956; il raffinato servizio di piatti in porcellana nato dalla collaborazione tra Cassina e Ginori 1735, ispirato alla fotografia di Charlotte Perriand. Come segno di autenticità, ogni opera riporta il logo e la firma di Charlotte Perriand, oltre alla numerazione progressiva che corrisponde alla sua carta d'identità.

charlotte_perriand_5
Nuage © Cassina





Tag: Cassina Charlotte Perriand



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 29 giugno 2021

Vedi anche...