Focus


L’innovazione grafica secondo Teva


 

È un percorso avviato nel 2009 quello che ha portato l’azienda farmaceutica Teva a studiare un’evoluzione delle proprie confezioni di farmaci per favorire l’assunzione più corretta e consapevole dei medicinali, facilitando così l’aderenza alla terapia. Un percorso di ricerca che ha visto una vera e propria trasformazione delle confezioni, risultato ottenuto grazie all’ascolto dei bisogni di medici, farmacisti, caregiver e pazienti.

Tra i passaggi più importanti, nel 2018 Teva Italia si è rinnovata presentando un nuovo logo, una nuova visual identity, per rinforzare la propria promessa e il posizionamento come partner affidabile di pazienti, caregiver e operatori sanitari. Nel 2019 e 2020 è stata la volta della progettazione innovativa con un approccio basato sul design thinking della nuova grafica delle confezioni dei prodotti di automedicazione e benessere Teva Self Care e dei farmaci equivalenti.
 


Leggi anche: Teva si rinnova e presenta nuove grafiche per le confezioni dei suoi farmaci



Grazie all’analisi dei risultati di una ricerca condotta su 4000 persone nel mondo (3069 pazienti e caregiver, 962 farmacisti, 124 medici), Teva ha approfondito i nuovi bisogni di pazienti e operatori sanitari. Nel 2020, inoltre, grazie alla sinergia con Doxapharma che ha condotto una ricerca in Italia su circa 400 tra medici, farmacisti e pazienti, Teva ha potuto valutare le reazioni e le opinioni registrate difronte ai cambiamenti introdotti nella grafica delle nuove confezioni.

Al centro di questo processo evolutivo c’è la ricerca, indispensabile per realizzare una confezione che fornisca informazioni chiare (nome/principio attivo, dosaggio e formulazione) e che al tempo stesso sia facilmente identificabile e riconoscibile. “Un buon packaging è di vitale importanza: i pazienti possono assumere farmaci tutti i giorni, per cui il design conta molto per loro, non solo da un punto di vista tecnico ma anche grafico. Dobbiamo pensare poi anche alle esigenze di caregiver ed operatori sanitari come medici, farmacisti e infermieri”, ha dichiarato il team internazionale di designer che ha lavorato al progetto.

Tra il 2020 e il 2021 è stata avviata l’introduzione sul mercato delle nuove confezioni applicate alla linea Teva Self Care, mentre quella dei farmaci equivalenti si compirà gradualmente in un triennio che termina nel 2023.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 28 giugno 2021

Vedi anche...