Focus


La terza edizione di Next Design Perspectives


L’appuntamento di Altagamma dedicato ai trend della creatività e del design sarà curato da Beatrice Leanza, direttrice del MAAT di Lisbona.

 

“L’alto di gamma è un comparto che dopo la pandemia sta vivendo un positivo momento di rilancio e che oggi rappresenta una vera locomotiva per la ripresa della nostra economia. L’appuntamento annuale di Next Design Perspectives vuole essere un laboratorio sui nuovi trend della creatività che è il cuore e il vero fattore critico di successo dei nostri brand”.

Con queste parole Matteo Lunelli, Presidente di Altagamma, ha presentato la terza edizione di Next Design Perspectives, appuntamento dedicato ai trend della creatività e del design, con una conferenza plenaria il 7 marzo del 2022, quest’anno curato da Beatrice Leanza, Direttrice del Museum of Art, Architecture and Technology (MAAT) di Lisbona.

Next Design Perspectives abbraccia le espressioni creative del design applicato a moda, furniture, alimentare, automotive, nautica, gioielleria e ospitalità ed è realizzato in partnership con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e con ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane. Quest’anno NEXT si articola in tre momenti: il lancio tenutosi il 28 ottobre a Milano, l’evento di Shanghai di sabato 6 novembre, che coinvolgerà anche relatori locali, e la conferenza plenaria che si svolgerà il 7 marzo 2022 a Milano.

Nelle parole di Beatrice Leanza: “Il programma guarda al design e al suo fondante carattere esplorativo per potenziare l'esperienza umana, e dunque alla sua capacità di navigare nelle profondità della percezione e in un mondo del sapere oggi radicalmente espanso e interconnesso – in un mondo sensoriale, emozionale, “non-solo-umano”. Parliamo di forme di azione e pensiero nel contesto del design contemporaneo che si muovono in modo fluido, idealistico e radicalmente collaborativo, quindi necessariamente inclusivo, olistico e sostenibile, guidate da un sentimento intenzionale e, come direbbe il grande filosofo-scienziato Gregory Bateson, da “una curiosità sul mondo di cui facciamo parte. La ricompensa di questo lavoro non è il potere, ma la bellezza””.

Tra gli speaker confermati ad oggi per la conferenza plenaria del 7 marzo 2022: Refik Anadol (media artist e pioneer in the aesthetics of machine intelligence), Erez Nevi Pana (designer vegano e materials explorer), Elaine Yan Ling Ng (fondatrice del Fabrick Lab, Hong Kong), Lonneke Gordijn e Ralph Nauta di Studio Drift,  Liam Young (architetto e film-maker), l’architetto Alfredo Munoz e l’astronomo Guillem Anglada (membri fondatori di Nüwa, progetto di colonia extraterrestre sostenibile), Aric Chen (direttore del Het Nieuwe Instituut di Rotterdam), Zoe Ryan (Direttore dell’Institute of Contemporary Art di Philadelphia). L’evento inaugurerà inoltre la collaborazione con l’autorevole Ellen MacArthur Foundation, leader nella ricerca e nella realizzazione di progetti di economia circolare.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 02 novembre 2021

Vedi anche...