Focus


La prima edizione di Milano Drawing Week

Nove giorni di dialogo tra moderno e contemporaneo attraverso la pratica artistica del disegno, in una serie di mostre realizzate in collaborazione con musei e gallerie della rete urbana milanese.

 

La Collezione Ramo presenta, dal 20 al 28 novembre 2021, la prima edizione di Milano Drawing Week, percorso in quindici tappe attraverso la città dedicato al disegno e al legame che traccia tra artisti contemporanei e maestri del XX secolo. Nove giorni di confronto sulla pratica artistica del disegno, stimolato attraverso una serie di mostre diffuse, realizzate in collaborazione con musei, istituzioni e gallerie di rilievo della scena milanese.

drawing_1

È proprio all’interno delle gallerie e delle istituzioni coinvolte dove Collezione Ramo mette a disposizione alcune opere su carta di artisti italiani del XX secolo. L’invito, rivolto a un artista per spazio, è quello di individuare un’opera della collezione e porla in dialogo con la propria ricerca. Il percorso della prima edizione della manifestazione comprende il Castello Sforzesco di Milano, Cabinet Studiolo, Castiglioni, Galera San Soda, Francesca Minini, Galleria Fumagalli, Galleria Monica De Cardenas, Galleria Raffaella Cortese, kaufmann repetto, Loom Gallery, M77 Gallery, Mega, OPR Gallery, Schiavo-Zoppelli Gallery e Studio Guenzani.

drawing_2
Giorgio de Chirico, Senza titolo (Ninfe nel bosco), 1948 © Courtesy Collezione Ramo, Milano

Al suo debutto Milano Drawing Week vede le opere degli artisti contemporanei Riccardo Beretta, Marco Pio Mucci, Miss Goffetown, Dennis Oppenheim, Francesco Simeti, Marco Belfiore, Marcello Maloberti, Magdalena Suarez Frimkess, Marco Andrea Magni, Braco Dimitrijevic, Costanza Candeloro, Ettore Tripodi, Andrea Sala e Stefano Arienti dialogare con quelle dei grandi maestri del secolo scorso Domenico Gnoli, Filippo de Pisis, Carol Rama, Mario Merz, Enrico Baj, Alighiero Boetti, Giorgio Morandi, Carla Accardi, Luciano Fabro, Giorgio de Chirico, Dadamaino e Ugo La Pietra in un percorso orientato a gettare nuova luce sul mezzo espressivo del disegno.

drawing_1
Ettore Tripodi, Senza titolo (Notturni), 2018 © Courtesy OPR Gallery e l’artista

Dall’incontro tra moderno e contemporaneo emerge l’opportunità di approfondire una pratica unica nel proprio genere, in grado di offrire all’artista la possibilità di immaginare creando e di catturare con immediatezza i propri pensieri sulla carta. Un ulteriore confronto con il disegno antico viene offerto dalla mostra Tiepolo, Canaletto e i maestri del Settecento veneziano al Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco.

drawing_3
Stefano Arienti, Pacchetto, 1987 © Courtesy Studio Guenzani e l’artista



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 16 novembre 2021

Vedi anche...