Selezionato Evento Focus

Lo spazio che verrà, secondo Tecno

Redesigning the future of the future work

Coerente con la sua mission “Redesigning the future of the future workTecno ha anticipato il futuro ed è pronta ai cambiamenti che ci aspettano: diventa fondamentale che gli spazi siano suddivisi e connessi, gli ambienti costantemente monitorati, le postazioni riorganizzate e gli arredi riconfigurati. L’azienda affronta questa evoluzione grazie al suo know-how sul prodotto e a tecnologie innovative, ma ha anche implementato nuove soluzioni che accolgono le più recenti disposizioni in termini di sicurezza.

 

Con la necessità di rivedere il concetto di open, ridisegnando i luoghi del lavoro per distanziare le persone senza dividerle, le pareti Tecno offrono la possibilità di aggiornare i layout a seconda dei cambiamenti di esigenze o protocolli attraverso sistemi super tecnologici, che assicurano trasparenza, elevate perfomance acustiche, facilità di allestimento e di pulizia.
Nei nuovi workplace anche le postazioni sono ripensate per essere configurate con semplicità e affrontare future modificazioni dello spazio favorendo nuove forme di collaborazione: gli arredi Tecno sono progettati per includere molteplici opportunità di personalizzazione ed essere confortevoli anche in situazioni di desk-sharing.

 

L’anima tecnologica di Tecno diventa lo strumento strategico per rendere i nuovi spazi sicuri: lazienda IO.T Solutions, parte del gruppo, ha sviluppato la piattaforma DINA Connecting Spaces per trasformare le sedi operative in smart building. Attraverso questo software è possibile monitorare gli accessi e i movimenti del personale, consentire l’occupazione controllata delle postazioni, ottimizzare le funzionalità garantendo la gestione degli spazi in un’ottica di condivisione delle risorse e attenzione al benessere complessivo per chi lavora.
 

Continua a leggere...

Lo spazio di lavoro che verrà

I luoghi del lavoro si rinnovano, variano i codici e si evolvono le modalità per viverli: Tecno ha immaginato questi scenari e ha progettato arredi efficienti, responsive e allo stesso tempo accoglienti, perché al centro degli spazi ci sono sempre le persone. 


Entrando in un ideale building non troviamo più il “nostro” ufficio ma ogni ufficio può essere nostro, gli ambienti diventano condivisi e le postazioni devono essere personalizzabili. Clavis è il sistema di scrivanie riconfigurabile direttamente con le proprie mani in modo tool-free, semplice e immediato accogliendo ogni possibile sviluppo futuro. Gli spazi hanno infatti la necessità di essere super-flessibili e richiedono upgrade dimensionali, organizzativi e logistici resi possibili dalla velocità di montaggio delle pareti W80, W40, WE che sono trasparenti e smaterializzano l’aspetto strutturale assicurando luminosità e pulizia visiva, rispondono a tutti i requisiti di partizione e igienizzazione e si adattano con massima libertà di progetto.
I nuovi workplace accolgono un personale nomade, prevedendo collaborazioni in remoto e momenti di partecipazione collettiva, e Beta è un vero e proprio “organismo” nato con una logica generativa: con lo stesso ingombro di un sistema di postazioni tradizionale, permette una disposizione che crea un’area individuale e rispetta le distanze stimolando comunque il lavoro in team. 


Il lavoro si sviluppa così in micro-ambienti “plug and play”, super accessoriati, integrati e connessi grazie alla tecnologia io.T che permette di riconoscere le persone e i dati. Saremo quindi circondati da intelligenza, ma non solo digitale: anche le sedute Vela sono responsive, perfette in situazioni di desk-sharing perché adattano automaticamente comfort e postura in base al peso dell’utilizzatore.

 


Link
 
Indirizzo e contatti

Via Milano 28
22066 Mariano Comense (CO)
T +39 031 75381

Contatta via email
Vai al sito