Focus


Piuarch riflette sul problema della scomparsa degli insetti impollinatori

Lo studio di architettura ha presentato un percorso espositivo che celebra il concetto di casa nelle sue diverse accezioni - abitazione, città, pianeta – e la necessità di difenderla.

 

In occasione del Fuorisalone 2022, Piuarch, noto studio internazionale con base a Milano, ha sollevato ancora una volta il tema dell’importanza della natura e della sua salvaguardia con il progetto HomeSweetHome / Fostering synergies for biodiversity.

piuarch

Nato dalla riflessione sul problema attuale della scomparsa degli insetti impollinatori, HomeSweetHome sottolinea l’importanza di difendere questi preziosi esseri viventi che regolano il processo di riproduzione delle piante e svolgono un servizio fondamentale per il nostro ecosistema e per la tutela della biodiversità. Ragionando sul concetto di casa nelle sue varie accezioni – casa/abitazione, casa/città, casa/pianeta - Piuarch ha progettato una bugs home, un modulo abitativo per lo sviluppo della vita di queste specie, innocue e solitarie, in cui esse possono trovare rifugio e riprodursi. 

piuarch
HomeSweetHome © Superforma

piuarch_3
HomeSweetHome © Daniele Cavadini

Ogni modulo è stato realizzato con stampante 3D ad estrusione di argilla. Una volta essiccata e cotta ad una temperatura di circa 1000° C l’argilla si trasforma in terracotta, materiale stabile e resistente, adatto ad essere collocato all’aperto.

Grazie alle aperture di grandezza variabile, posizionate su ogni lato del modulo, diverse specie potranno trovare rifugio e riprodursi all’interno di questa bugs home, contribuendo a sostenere la biodiversità anche in ambito urbano. Un rifugio pensato per accogliere diverse specie di insetti impollinatori, tra cui le api selvatiche la cui sopravvivenza è messa a rischio dall’inquinamento, dai cambiamenti climatici e dal venir meno del loro habitat naturale compromesso dall’urbanizzazione e dall’agricoltura intensiva.

piuarch_4
HomeSweetHome © Daniele Cavadini

Il prototipo di HomeSweetHome è stato presentato nell’Orto di Piuarch, lo spazio outdoor creato in collaborazione con il landscape designer Cornelius Gavril nel 2015 e situato sul tetto della sede dello studio, in via Palermo a Milano. L’Orto è molte cose in una: progetto di riqualificazione energetica dell’edificio, strumento paesaggistico, decorativo, di autoproduzione alimentare, nuovo spazio di rappresentanza, socialità e coworking per chi lavora nell’edificio.

piuarch_5

piuarch_6

Per accompagnare i visitatori in questo percorso, Piuarch con la direzione artistica di Caterina Roppo ha proposto inoltre l’esperienza interattiva The Doors, quattro affreschi animati visibili grazie alla tecnologia di Augmented Reality. Quattro interactive wallpapers che descrivono in modo poetico l’incontro tra sistema umano e animale attorno all’idea di casa, di accoglienza e di protezione.

Il progetto HomeSweetHome / Fostering synergies for biodiversity è stato realizzato da Piuarch in collaborazione con Apicolturaurbana.it, realtà milanese che da anni si occupa di sostenibilità ambientale, biodiversità e salvaguardia delle api in rapida estinzione.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 14 luglio 2022

Vedi anche...