Designer Fabrizio UNICA

“Tutto parte dal fumetto. Non ricordo quando iniziò questa passione, probabilmente ancora prima di iniziare a parlare.

Da bambino ero timido e l’unico modo per comunicare era condividere le mie storie con i coetanei: disegnavo tavole su tavole di fumetti, i supereroi erano il mio universo e mi esprimevo così. Per me le immagini erano comunicazione ancor prima delle parole. Con il passare del tempo, ho conosciuto varie forme di questo delicato processo passando dal disegno su carta alla perfezione della grafica. Ho compiuto gli studi per diventare tecnico grafico apprendendo le varie tecniche di stampa e fotocomposizione; lavorando in tipografia mi sono innamorato dei font e della loro armonia.

Nonostante gli anni ‘90 prediligessero una grafica piena di effetti, ombre e rilievi realizzati con i primi filtri di photoshop, la mia passione e, di conseguenza, la mia tendenza artistica si rifacevano al razionalismo e la grafica vettoriale stile Bauhaus.

La mia evoluzione professionale mi portò a svolgere il ruolo di Art Director gestendo diverse campagne di comunicazione. In questo frangente, le mie più grandi passioni mi servirono tantissimo: il fumetto, la musica, il cinema, il teatro, l’arte sono state fonte inesauribile di idee sempre nuove. Attratto dalle campagne artistico/pubblicitarie di Armando Testa ed Erberto Carboni, le locandine grafiche di Saul Bass, la pop art di Warhol e Basquiat, con una sempre spiccata attenzione al fumetto, ho intrapreso un percorso di crescita professionale che ha raffinato maggiormente il mio tratto personale.

Il mio stile creativo e la mia filosofia si basano sulla continua attenzione verso le nuove tendenze in perfetto equilibrio con una corretta strategia di comunicazione, creatività progettuale, intraprendenza e personalità.

Curiosità e ricerca sono gli stimoli che da sempre mi guidano nell’ideazione di marchi, visual concepts e immagini glam.

Oggi, nei miei lavori si possono riconoscere influssi dei comics americani, figure e decori ispirate alle opere di Klimt, elementi della Swinging London di Mary Quant e domani...é tutto da scoprire.

 

Nazione:
Data di nascita: 06/12/1971
(49 anni)
 
L'indispensabile

La nostra newsletter settimanale per restare aggiornati su tutto ciò che succede nel design. E non solo.

Rimani aggiornato. Iscriviti!

Accetto la privacy policy.