Focus


Louis Vuitton omaggia ancora una volta Virgil Abloh a Milano

In occasione della Milano Fashion Week, la maison francese ricorda il suo direttore artistico scomparso lo scorso novembre.

 

In vista del debutto della nuova Collezione Primavera-Estate 2022, la maison francese ha deciso di rendere un tributo al suo direttore creativo Virgil Abloh, venuto a mancare prematuramente lo scorso novembre a soli 41 anni.

Questa collezione è l’ultima opera del designer e per questa ragione la boutique milanese in via Montenapoleone è stata protagonista di un allestimento diverso dal solito: proprio al centro del cortile è stata esposta una scultura a forma di aeroplano di carta in stile origami proiettato verso il cielo, simbolo iconico molto caro ad Abloh.
 

image-1642501270

L’aeroplanino, infatti, come veniva definito da Virgil Abloh, è infinitamente replicabile e dà vita a libere interpretazioni, inoltre gli piaceva l'idea che ricordasse una miniatura del velivolo inventato nel 1903 dai fratelli Wright.
Questo giocattolo va a rappresentare l’infanzia, la creatività e l’immaginazione, temi da cui spesso il designer traeva ispirazione: amava vedere il mondo dagli occhi di un bambino.

La scultura richiama interamente il lavoro di Virgil Abloh, è situata su una pedana a specchio ed è raffigurata a motivo di nuvole, ulteriore rimando alla collezione maschile Autunno-Inverno 2021/2022.

image-1642501047

L’allestimento delle vetrine invece si ispira agli scacchi, uno dei temi prevalenti al centro di questa collezione SS22, questo gioco infatti rappresenta metaforicamente l’esistenza umana e le sfide che bisogna affrontare nella vita.
I protagonisti del gioco si trasformano in manichini che riproducono in 3D i modelli della sfilata, e con loro sono raffigurati pedoni, torri, alfieri e regine in versione extrasize.





Tag: Louis Vuitton



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 18 gennaio 2022

Vedi anche...