FILO D'AUTORE - I tessuti di Torri Lana nei progetti di Gianfranco Frattini in decenni di collaborazione

La sinergica collaborazione che unisce Gianfranco Frattini e Torri Lana non ha fine. Iniziata nel 1955, come spesso accade, da un incontro fortuito, si è poi tradotta negli anni in una frizzante contaminazione di creatività che ha dato vita a tessuti dai pattern essenziali, rigorosi e variopinti, eco perfetto dello stile Frattini.

Oggi, questo fervore progettuale torna in scena grazie al contributo di Emanuela
Frattini Magnusson
, figlia del Maestro del design, che ha dato nuova, personale interpretazione di tali tessuti, dipingendoli con nuove
palette cromatiche.
Come abiti completamente rinnovati, i tessuti Torri Lana vestono così una serie di prodotti iconici realizzati da Gianfranco Frattini per le
realtà del design italiano: sarà possibile ammirarli all’interno dello showroom dell’azienda a Milano, nella cornice del FuoriSalone, dal 6 al
12 giugno 2022.

Il lavoro a quattro mani fra Gianfranco Frattini e Torri Lana è di lunga data e si deve alla mediazione di Jole Gandolini, storica designer di
tessuti e tessitrice - che dagli anni '70 collabora con Torri Lana e dal 1983 in esclusiva - la quale racconta: «Io, alle prime armi, con la mia
valigetta di campioni sono andata da Gio Ponti, e Ponti mi ha detto: “... vai dal Frattini...”. E Gianfranco, il Frattini, mi ha detto: “...dobbiamo
andare a vedere il Cesare (Cassina)...” È cominciata così la nostra collaborazione di decenni, passando dai mobili imbottiti all’architettura
d’interni».
Nei decenni di lavoro condiviso tra Frattini, Jole Gandolini e Torri Lana sono nati prodotti innovativi con filati inusuali (tinte unite, negli anni
’50 e ’60), costruzioni in lana (con un disegno formato dalla trama, in tinte unite, risalenti agli anni ‘70), matelassé (emblematico è quello
realizzato per la catena di hotel Hilton). Fino alla texture a scacchi, in scale diverse, usati spesso da Gianfranco Frattini anche come
rivestimenti di pareti e armadiature, oggi tornate in auge in un più ampio processo di riedizione.


Geometrie a scacchiera, in tre differenti misure, giocano con brillanti sfumature e combinazioni attualizzate dei colori primari: la
caleidoscopica fantasia di Emanuela Frattini Magnusson si è espressa in vibranti abbinamenti, su filati di alta qualità in lana e cotone,
intessuti con telai jacquard e destinati all’arredo.
Qualità e tipologia dei tessuti Torri Lana attingono direttamente dagli originali (recuperati dall’archivio dell’azienda) che Gianfranco Frattini
utilizzava nei suoi progetti di interni, ma in questa opera di “restyling” sono stati introdotti ben 15 nuovi colori. Da questa rinnovata palette
le combinazioni sono potenzialmente molteplici, sette delle quali presentate in esclusiva nello showroom di via Pietro Calvi. Anche la
trama a quadratini è volutamente la medesima disegnata da Frattini, un rimando diretto agli anni ’50, ’60, ’70 quando le texture avevano
un’importanza primaria associata al colore.


È con questa moderna identità che si presenta, protagonista assoluta dell’esposizione, la poltrona mod. 849 disegnata da Gianfranco
Frattini nel ’56 per Cassina: il nuovo tessuto conferisce alla seduta un carattere audace e inusuale, in armoniosa relazione con la delicata
avvolgenza delle sue linee.
Così anche la porta tessile Dooor, quinta scenica che non passa inosservata: i tessuti Torri Lana nelle nuove nuance ne accrescono il
tocco decorativo, accanto alla sua primaria valenza architetturale. La sua stessa natura è in realtà un omaggio al genio creativo di Frattini,
che attraverso i suoi progetti fece di questo elemento una vera e propria icona degli anni ’50.
L’esposizione si arricchisce poi di ulteriori complementi d’arredo realizzati da Gianfranco Frattini e che costellano l’ambiente in un dialogo
basato sulla multimatericità: i tavolini 780 di Cassina, la libreria Turner di Poltrona Frau, i tavolini Gong di Acerbis, le lampade Boalum
di Artemide, oltre a una ricca varietà di oggetti (posate, bicchieri, vassoi, posaceneri) pe Argenteria Ricci e Progetti. A memoria dell’infinita
creatività del designer, ma soprattutto della sua progettualità senza tempo in grado di dialogare con epoche e stili differenti, mantenendo
costantemente la sua freschezza e inflessibile eleganza.

Continua a leggere...
 

Programma

0/4 Giovedì
1/4 Venerdì
2/4 Sabato
3/4 Domenica
4/4 Lunedì
5/4 Martedì
6/4 Mercoledì
7/4 Giovedì
8/4 Venerdì
9/4 Sabato
10/4 Domenica
11/4 Lunedì
12/4 Martedì
13/4 Mercoledì
14/4 Giovedì
15/4 Venerdì
16/4 Sabato
17/4 Domenica
18/4 Lunedì
19/4 Martedì
20/4 Mercoledì
21/4 Giovedì
22/4 Venerdì
23/4 Sabato
24/4 Domenica
25/4 Lunedì
26/4 Martedì
27/4 Mercoledì
28/4 Giovedì
29/4 Venerdì
30/4 Sabato
31/4 Domenica
0/5 Sabato
1/5 Domenica
2/5 Lunedì
3/5 Martedì
4/5 Mercoledì
5/5 Giovedì
6/5 Venerdì
7/5 Sabato
8/5 Domenica
9/5 Lunedì
10/5 Martedì
11/5 Mercoledì
12/5 Giovedì
13/5 Venerdì
14/5 Sabato
15/5 Domenica
16/5 Lunedì
17/5 Martedì
18/5 Mercoledì
19/5 Giovedì
20/5 Venerdì
21/5 Sabato
22/5 Domenica
23/5 Lunedì
24/5 Martedì
25/5 Mercoledì
26/5 Giovedì
27/5 Venerdì
28/5 Sabato
29/5 Domenica
30/5 Lunedì
31/5 Martedì
0/6 Martedì
1/6 Mercoledì
2/6 Giovedì
3/6 Venerdì
4/6 Sabato
5/6 Domenica
6/6 Lunedì
15:00 - 18:00
Esposizione
7/6 Martedì
11:00 - 19:00
Esposizione
8/6 Mercoledì
11:00 - 19:00
Esposizione
9/6 Giovedì
15:00 - 17:00
Festa / cocktail - Meet & Greet presso lo showroom Torri Lana con Emanuela Magnusson per guardare il design tessile di Gianfranco Frattini e la selezione dei suoi prodotti
10/6 Venerdì
11:00 - 19:00
Esposizione
11/6 Sabato
11:00 - 19:00
Esposizione
12/6 Domenica
11:00 - 19:00
Esposizione
13/6 Lunedì
14/6 Martedì
15/6 Mercoledì
16/6 Giovedì
17/6 Venerdì
18/6 Sabato
19/6 Domenica
20/6 Lunedì
21/6 Martedì
22/6 Mercoledì
23/6 Giovedì
24/6 Venerdì
25/6 Sabato
26/6 Domenica
27/6 Lunedì
28/6 Martedì
29/6 Mercoledì
30/6 Giovedì
31/6 Venerdì

Iscriviti alla newsletter
di Fuorisalone.it
L'indispensabile


Accetto la privacy policy. *