MAGAZINE

Fuorisalone 2023: aperta l’open call di BASE

News — 28 novembre 2022

L’obiettivo è promuovere una nuova concezione di design plurale, sulla base della riflessione racchiusa nell'acronimo I.D.E.A. – Inclusione, Diversità, Equità e Accessibilità.

C’è tempo fino al 16 dicembre per partecipare all’open call indetta da BASE, che in vista dell’edizione 2023 Fuorisalone promuove We Will Design, spazio sperimentale di immaginazione e inclusione in cui le pratiche e le esperienze di design diventano lo strumento per leggere - e, talvolta, risolvere - le tante contraddizioni del nostro presente tra visioni future, ideali del quotidiano e micro-utopie.

image-1669630367
BASE Milano, We Will Design 2022, Exhibit, Francesca Tambussi

Al centro della terza edizione l'acronimo I.D.E.A. – Inclusione, Diversità, Equità e Accessibilità al fine di promuovere una nuova concezione di design plurale: non più e non solo design “accessibile” a livello economico, ma un design democratico che sviluppi questi quattro concetti, andando ad includere persone di tutte le età, abilità, sesso e razza.

“Un nuovo futuro non può essere un’attività limitata a una sola settimana all’anno, per questo, l'intento di BASE è quello di espandere l’esplorazione dei temi sociali più attuali per farne oggetto di un dibattito che possa essere sviluppato su un orizzonte temporale più ampio”, fanno sapere gli organizzatori.

image-1669630399
BASE Milano, We Will Design 2022, Exhibit, studio.traccia

Con We Will Design, BASE supporta giovani generazioni, università, accademie, artistз, designer a livello italiano e internazionale in percorsi di formazione, co-creazione, progettazione, residenze e performance. Un “oggi” in cui andare a ripensare gli sfaldamenti e le dicotomie che creano conflitto e in cui chiedersi: qual è il ruolo del design in questo scenario contemporaneo controverso?
 


Fuorisalone 2023: svelata la location di Alcova



I.D.E.A. – Inclusione, Diversità, Equità e Accessibilità:

L’ INCLUSIONE garantisce che tutti gli individui siano ugualmente supportati, valutati e rispettati. Si ottiene creando un ambiente in cui tutti gli individui si sentano accolti, al sicuro, rispettati, apprezzati e siano supportati per consentire la piena partecipazione.

La DIVERSITÀ, intesa come l’ampia gamma di attributi di una persona, un gruppo o una comunità che li rende distintivi. Le dimensioni della diversità aiutano a riconoscere che ogni individuo è unico rispettando le differenze individuali tra cui: origini etniche, genere (identità, espressione), orientamento sessuale, background (stato socio-economico, stato di immigrazione o classe), religione o credo, stato civile, obblighi familiari, età e diverse abilità.

L’EQUITÀ intesa come trattamento equo e l’accesso alle pari opportunità che consentono di sbloccare il proprio potenziale. La ricerca dell’equità lavora per identificare e rimuovere le barriere, per garantire la piena partecipazione di tutte le persone e di tutti i gruppi.

L’ACCESSIBILITÀ e quindi la presenza di condizioni che soddisfino con flessibilità specifiche esigenze e preferenze. Si riferisce alla progettazione di prodotti, dispositivi, servizi o ambienti che consentano al maggior numero di persone di partecipare alle attività nel modo più efficace possibile.





Tag: Fuorisalone 2023 BASE Milano



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 28 novembre 2022

Vedi anche...