Focus


Procida è la capitale italiana della Cultura 2022

Ad annunciare la notizia è stata la commissione del MiBact, in diretta su Zoom, alla presenza del ministro per i Beni e le Attività culturali Dario Francescini. 

 

La capitale italiana della Cultura 2022 è Procida, la splendida isola in provincia di Napoli popolata da poco più di 10mila abitanti. A dare l’annuncio, in diretta su Zoom, è stata la commissione del MiBact alla presenza del ministro per i Beni e le Attività culturali Dario Franceschini.

Il riconoscimento arriva dopo un’audizione con nove città finaliste: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Taranto, Trapani, Verbania e Volterra. Nel dossier di presentazione, Procida si era candidata dichiarando la sua esperienza “di innovazione sociale, per la centralità di un modello di vita urbana attiva, orientata alla cultura e ai desideri della comunità. Procida è l'isola che non isola, laboratorio culturale di felicità sociale.”

Ecco le motivazioni della Giuria di esperti presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni: “Il progetto culturale presenta elementi di attrattività e qualità di livello eccellente. Il contesto di sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato, la dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria, la dimensione laboratoriale, che comprende aspetti sociali e di diffusione tecnologica è dedicata alle isole tirreniche, ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee. Il progetto potrebbe determinare, grazie alla combinazione di questi fattori, un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del paese. Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura, che dalla piccola realtà dell’isola si estende come un augurio per tutti noi, al paese, nei mesi che ci attendono. La capitale italiana della Cultura 2022 è Procida”.

 



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 18 gennaio 2021

Vedi anche...