Focus


Lo store del London Design Museum si trasforma in un supermercato

Alcuni dei più interessanti progettisti in circolazione hanno realizzato il packaging di prodotti di prima necessità, ospitati sugli scaffali dello shop del museo.

 

I musei britannici resteranno chiusi fino al prossimo 17 maggio, così il Design Museum di Londra ha scelto di dare vita a Supermarket, installazione a cura di Camille Walala. L’artista inglese ha trasformato il negozio del museo di Kensington High Street in un caleidoscopio di colori accogliendo una serie di prodotti da supermercato le cui confezioni sono state firmate da designer emergenti.

Nome

Nome

Il Supermarket di Camille Walala, aperto per soli cinque giorni da mercoledì 21 a domenica 25 aprile, ha ospitato prodotti realizzati da Amy Worrall, Charlotte Edey, Holly Warburton, Isadora Lima, Jess Warby, Joey Yu, Katherine Plumb, Kentaro Okawara e Michaela Yearwood-Dan.


Leggi anche: London Design Museum: il giovane museo diventa grande


L’offerta del Supermarket ha spaziato dalle scatole di fagioli passando per tè, caffè, rotoli di carta igienica, pane, salsa per la pasta, avena per il porridge, detersivo e riso. Non è mancata una selezione di bottiglie in edizione limitata di Bombay Sapphire, supporter dell’evento, e acqua tonica create dall'artista Ruff Mercy.

I proventi delle vendite sono stati destinati al nuovo Emerging Designer Access Fund del Design Museum, un progetto che offre ad artisti e designer l’accesso gratuito a mostre, conferenze ed eventi del museo.

Nome

Nome

 





Tag: Camille Walala London Design Museum



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 26 aprile 2021

Vedi anche...