Focus


Come sarà la cucina del futuro?

Venerdì 30 settembre, in occasione di Studio in Triennale, un pomeriggio di incontri per fare il punto sul futuro di quello che mangiamo, di come lo mangiamo, e di come ne parliamo.

 

Venerdì 30 settembre, a partire dalle ore 15.00, torna con un’edizione speciale Studio in Triennale, il festival che ogni anno ospita scrittori, giornalisti, musicisti, editori, imprenditori, influencer, designer, chef e molto altro ancora.

L’appuntamento è dedicato al tema del food e si intitola CiboFuturo: un ciclo di tre talk aperti al pubblico (ci si registra qui) in cui diversi ospiti parleranno del futuro di quello che mangiamo, di come lo mangiamo, e di come ne parliamo: e quindi ristoranti e trattorie, programmi tv e ricette su Instagram, insetti e nuove frontiere fusion.

Il primo panel si intitola “Come il racconto del cibo ha cambiato la cucina” e vedrà la partecipazione di Francesco Cerea, responsabile di Da Vittorio, Carlotta Panza (@lapanzapiena), Tommaso Melilli, scrittore e chef: si parlerà di come il racconto del cibo ha cambiato il nostro modo di cucinare. Il secondo incontro sarà dedicato al cibo del futuro con Rocco Colucci di Planet Farms, Luciano Ambrosone, Responsabile Iniziative Impact di Intesa Sanpaolo per Destination Gusto, Luisa Torri dell’Università di Scienze Gastronomiche di Bra e Francesco Majno di Small Giants. La giornata si chiuderà con il terzo e ultimo panel, “Dal mondo al tuo quartiere”, che affronterà la globalizzazione della cucina e dell’incontro delle varie culture gastronomiche globali insieme a Aiyu Wakayanagi di House of Ronin, Okhee Lee di Li-Sei Deli e Vasiliki Pierrakea di Vasiliki Kouzina.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 29 settembre 2022

Vedi anche...