Focus


Palazzo Pianca: a Venezia un nuovo progetto per l’ospitalità

Il progetto interpreta i bisogni e le tendenze del viaggio, in un elegante connubio che valorizza il preesistente e propone una nuova visione del vivere (con)temporaneo.

 

Ha preso forma, nella Venezia storica a due passi da San Marco, una nuova struttura ricettiva firmata dall’azienda veneta Pianca, che interpreta e indaga i bisogni e le tendenze del vivere e del viaggiare contemporaneo

pianca_1

pianca_2

Palazzo Pianca, questo il nuovo nome del complesso, sorge tra la Chiesa di Santa Maria del Giglio e il Canal Grande, all’interno di una dimora signorile del XVI secolo. Si tratta di un progetto di ricerca applicata, un Research Hub che Pianca ha voluto per indagare il significato di ospitalità: un centro di sperimentazione di linguaggi e tendenze per l’accoglienza destinato a trasformarsi nel tempo, per adattarsi, testare e generare ciclicamente nuove soluzioni estetiche e funzionali.

pianca_3

Il Palazzo punta ad instaurare una forte relazione con la città attraverso viste panoramiche mozzafiato e inaspettati scorci urbani. Gli interni puntano al benessere e al comfort del cliente: linee pulite, mix materici ed eleganza naturale, come i colori vividi e neutri ispirati a quelli delle facciate veneziane. Ogni scelta stilistica rappresenta un rimando alla tradizione del luogo, in un connubio di emozioni e storia

pianca_4

pianca_5

Le suites, le camere deluxe e il rooftop (con vista panoramica su Venezia) sono stati realizzati ed arricchiti - oltre che con i prodotti custom-made - con i pezzi classici delle collezioni Pianca, firmati da nomi importanti del design come Calvi Brambilla, Cristina Celestino, Emilio Nanni e Philippe Tabet

pianca_6

Palazzo Pianca è qualcosa di più di una semplice struttura ricettiva” spiega Aldo Pianca, presidente dell’azienda, “Per noi è una sfida che abbiamo colto fin dall’inizio con immenso orgoglio e desiderio di metterci alla prova. L’edificio è un’oasi di tranquillità nel cuore della città: al suo interno sono racchiusi spazi che superano il concetto puro di ospitalità, proponendosi di indagare tutte le forme in costante mutamento del vivere e del viaggiare di oggi. Studiare questi cambiamenti di linguaggio è proprio il nostro impegno, da attuare all’interno di quello che ci piace definire come “Research Hub”: uno spazio, o meglio, un luogo di ricerca del significato di ospitalità".
 


Leggi anche: Il ponte di Calatrava a Venezia dice addio al vetro



pianca_7

pianca_7





Tag: Pianca Venezia



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 07 febbraio 2022

Vedi anche...