Focus


Stefano Boeri Interiors ha progettato una foresta galleggiante per Timberland

Si intitola “Floating Forest” e sarà visibile in occasione del Fuorisalone sulla Darsena di Milano.

 

Floating Forest” è il titolo del progetto realizzato da Stefano Boeri Interiors per Timberland in occasione della Milano Design Week: una foresta multisensoriale galleggiante realizzata come ecosistema indipendente sull'acqua della Darsena, per una città più verde.

L'installazione di Timberland, la cui missione è equipaggiare e ispirare la nuova generazione a far progredire il mondo, nasce dall’importanza del ruolo che ha la natura, enfatizzando la visione del marchio per un futuro più verde ed equo, così come dal concetto di circolarità, dove nulla viene sprecato. 
 

image-1652373146
 

“Floating Forest” prevede un'esperienza immersiva, sia fisica che virtuale. Gli elementi sensoriali saranno fusi con un’esperienza digitale in loco, mentre per chi non potrà partecipare al Fuorisalone l’esperienza sarà online. Un vero e proprio landmark dirompente all’interno del paesaggio urbano meneghino: la foresta è concettualmente e fisicamente studiata come un ecosistema indipendente, dove piante, insetti e specie diverse lavorano insieme per fornire un ambiente migliore. 

Il progetto ha l'obiettivo di stimolare i visitatori a recuperare il proprio tempo e spazio dopo essersi immersi nella foresta e li invita a scoprire la bellezza e l'importanza della Natura, per un mondo più verde. Il percorso all’interno dell’installazione avrà quattro tappe fondamentali legate ai diversi sensi e porterà i visitatori ad a interagire con le ultime eco-innovazioni di prodotto e i valori del brand.

La foresta è concettualmente e fisicamente studiata come un ecosistema indipendente, dove 610 alberi e più di 30 specie moltiplicano la biodiversità, attivando i benefici ambientali legati alla forestazione urbana, in connessione con gli altri spazi verdi di Milano. Tra le varietà presenti ci sono Acero, Betulla e Malus; arbusti come Aronia Nera, Ortensia, Mahonia e Pittosporo; erbacee perenni come Stipa, Eulalia, Anemone, Emerocallide, Verbena viola e Pampa.

Il percorso di “Floating Forest” si sviluppa attraverso quattro tappe legate ai diversi sensi e porterà i visitatori ad a interagire con le ultime eco-innovazioni di prodotto e i valori del brand. Gli elementi sensoriali saranno integrati con un’esperienza digitale in loco, mentre per chi non potrà partecipare al Fuorisalone l’esperienza sarà online.

Il progetto vuole anche essere un’eredità per la città sostenendo una comunità locale: tutti gli alberi che compongono la foresta saranno successivamente donati a Soulfood Forestfarms Hub Italia, organizzazione no-profit che facilita la transizione ecologica dei territori assieme a comunità̀ locali, istituzioni e imprese.

Inoltre, i materiali che compongono l’installazione sono volutamente assemblati “a secco”. Questa tecnica permette una grande flessibilità di assemblaggio e di riassemblaggio nonché il riutilizzo dei singoli elementi una volta dismessa l’installazione.

L’installazione sarà visitabile dalle ore 10.00 alle ore 22.00 dal 7 al 12 giugno in viale Gabriele D’Annunzio al numero 20.





Tag: Stefano Boeri Timberland Sostenibilità



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 14 maggio 2022

Vedi anche...