Focus


Il Giardino delle nature possibili

Fornasetti presenta la sua prima collezione per esterni Milan Design Week 2022.

 

Istantanee di paesaggi frammentati e di tracce reimmaginate raccontano Il Giardino delle nature possibili di Fornasetti. Un paesaggio in cui convivono giorno e notte, spontaneità e controllo, magia e ordine. La messa in scena di una natura indomita, con le sue forme originarie e misteriose, e di una natura addomesticata con le sue rassicuranti leggi e i suoi rigori. I mobili e i complementi di design d’autore che compongono la nuova collezione per esterni di Fornasetti miscelano sapientemente tracce simboliche, segni essenziali, decorazione, materiali ricercati e lavorazioni artigianali.

image-1654588733

Per la prima volta il decoro diventa forma, design, incisione e volume. La sedia Capitellum e il tavolo Ara Solis si compongono in un set dal carattere unico che mescola ispirazione classica e un tratto spiccatamente contemporaneo, l’essenzialità del segno e la storicità della traccia. Grazie al loro design, le sedie sono impilabili e le loro sedute completabili con cuscini decorati. Le tre varianti di colore spaziano dai toni più classici del bianco e del nero a quelli più vivaci del giallo, applicati mediante verniciatura a polvere opaca.
Entrambi i pezzi sono realizzati in acciaio inox, colorato; il decoro sul top del tavolo è ricavato mediante taglio laser.

image-1654588756

Una proposta di living en plain air arricchisce la collezione Insoliti Salotti, proposta indoor 2020. Sofà, poltrone e panche sono realizzate con strutture in acciaio inox e rivestite con tessuti da esterni decorati con motivi geometrici: losanghe, righe e altri pattern.
Gli imbottiti sono disponibili in un’ampia varietà di colori e decori su tessuto, in un sistema componibile in molteplici set e diverse configurazioni creative.

“Il giardino è uno dei luoghi in cui mi piace coltivare e curare non solo piante e fiori, ma anche le idee e la creatività. Il suo intreccio perfetto fra la spontaneità del verde che cresce selvaggio e il rigore della vegetazione modellata dalla mano dell’uomo rispecchia l’immagine del nostro io più profondo. Il giardino è il luogo in cui convivono spontaneità e controllo.” Barnaba Fornasetti, Direttore artistico di Fornasetti.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 06 giugno 2022

Vedi anche...