Focus


Bolina Sail: le vele riciclate diventano accessori preziosi

Zaini, borse, pochette ma anche scarpe. Intervista al fondatore del brand che è un vero e proprio laboratorio artigianale affacciato sul mare.

 

Un’ispirazione che nasce dal mondo della vela per creare borse e accessori di design curati nei minimi dettagli.
Si può riassumere così il concept di Bolina Sail, brand nato nel 2013 in un laboratorio artigianale a Lignano Sabbiadoro, che dà vita a prodotti fatti a mano a partire da vele riciclate.

La novità di quest’anno è l’esclusiva capsule collection Bolina Design, firmata dallo studio di progettazione Fulcro (Erika Baffico e Sebastiano Tonelli): un’edizione limitata di grande ricercatezza che evoca il mondo nautico e lo porta nella vita di tutti i giorni.

“Ogni borsa è una vela, ogni vela ha una storia”: attraverso creazioni uniche Bolina Sail dà voce al tessuto velico, per lanciare un messaggio di sostenibilità, funzionalità ed eleganza.

Per saperne di più abbiamo incontrato il fondatore del progetto, Emanuele Fantin.

Come nasce Bolina Sail?

Ogni vela è unica, e porta con sé le storie della barca su cui ha viaggiato: ci è sempre piaciuta l’idea di trasferire queste storie in oggetti di uso quotidiano. Il tessuto velico inoltre è un materiale molto resistente e versatile, per cui si presta perfettamente a venire riutilizzato in nuove forme.

Abbiamo confezionato le prime borse quasi per gioco, ci siamo resi conto che alla gente piacevano e da allora non abbiamo più smesso di produrle.

image-1657189114

Che legame c’è con il vostro territorio?

Siamo cresciuti a Lignano Sabbiadoro, una piccola penisola che si affaccia sulla laguna e sul mar Adriatico. Mettere qui le nostre radici ci ha sicuramente dato l’opportunità di stringere dei legami continuativi con il mondo velico da cui attingiamo le nostre materie prime, ma anche di sviluppare una sensibilità per il nostro paesaggio.

Per noi il mare è un elemento con cui ci relazioniamo quotidianamente, ci rendiamo conto della fragilità dei suoi ecosistemi e vogliamo comunicarlo attraverso prodotti alla portata di tutti che possano avvicinare allo stesso tempo alla cultura nautica e al rispetto per l’ambiente.

Perché “Bolina”?

La bolina è l’andatura più emozionante della vela, in cui la barca prende velocità e sembra quasi che stia per spiccare il volo. Questo avviene stringendo la rotta nella direzione del vento, in gergo nautico infatti “andare di bolina” significa infatti “risalire il vento”. Per noi questa è una metafora perfetta del nostro lavoro: lavorare con il riuso e dare nuova vita a materiali di scarto è il nostro modo di risalire il vento.

Ogni pezzo firmato Bolina è unico: quanto è importante questo aspetto per voi?

Alla base del nostro lavoro c’è la consapevolezza che ogni vela è unica e porta su di sé i segni del proprio viaggio, e questo costituisce la sua bellezza intrinseca. Noi restituiamo questa unicità confezionando ogni prodotto Bolina Sail secondo un processo completamente artigianale.

Così come in barca a vela si usano tanto le mani, allo stesso modo le nostre borse in vela sono fatte a mano: questo è il nostro modo di rispettare i tessuti con cui lavoriamo.
D’altra parte i nostri prodotti sono progettati con grandissima precisione e attenzione, seguendo dei processi calibrati al millimetro per garantire la più elevata qualità manifatturiera.

Avete da poco lanciato la collezione Bolina Design in collaborazione con Studio Fulcro. Come è nato questo incontro?

L’ultimo anno per noi è stato un periodo importante di rinnovamento, in cui abbiamo voluto esplorare a fondo le potenzialità espressive del tessuto velico. Per questo abbiamo invitato i progettisti di Studio Fulcro nel nostro atelier per avviare una collaborazione tra artigiani e designer.

L’intenzione era di far esprimere ai prodotti le caratteristiche in cui crediamo e con cui ci confrontiamo quotidianamente: alta qualità tecnica derivante dalla conoscenza della cultura velica e savoir-faire artigianale, per creare una nuova estetica indipendente in cui eleganza e funzionalità si uniscono e si differenziano dal mondo del recycling.

I primi prototipi ci hanno subito fatto capire di essere sulla strada giusta, e da lì siamo arrivati a dei risultati straordinari: abbiamo creato una collezione di grande eleganza e coerenza, in cui però ogni prodotto è iconico a modo suo e si distingue per una sua personalità spiccata.

image-1657189075

Progetti per il futuro?

Sentiamo attorno a noi una grande energia e attenzione al mondo della sostenibilità, per cui seguiamo fiduciosi la rotta che abbiamo intrapreso. Sicuramente vogliamo presidiare e distinguerci nelle grandi manifestazioni veliche e nautiche italiane, ma l’obiettivo è sempre di più quello di avvicinarci anche al mondo del design: speriamo di vederci al prossimo Fuorisalone.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 30 giugno 2022

Vedi anche...