Focus


Nike Air Max 97: il design di una sneaker che ha fatto la storia

In occasione del 25esimo compleanno, ripercorriamo le tappe di uno dei modelli più celebri dell’azienda statunitense di base a Beaverton, Oregon.

 

25 anni fa Nike presentava uno dei modelli che avrebbe fatto la storia. Stiamo parlando di Nike Air Max 97sneaker simbolo degli anni Novanta che ha letteralmente spopolato, tra i giovani e non solo, caratterizzata da un design innovativo che per la prima volta ha adottato l’unità Air, il celebre cuscinetto trasparente, lungo tutta la lunghezza dell’intersuola.

image-1668505999

Queste sneaker, conosciute più semplicemente come “Le Silver” – imperdibile il volume Le Silver, an Italian oral history of the Nike Air Max 97 di Lodovico Pignatti Morano – nascono su progetto di Christian Tresser, designer statunitense con alle spalle una collaborazione con Reebok. A partire dal 1996, data di inizio del suo sodalizio con il brand di Beaverton, Tresser ha firmato in soli 10 mesi alcuni dei modelli più importanati di casa Nike come Tailwind, Spiridon e Mercurial. Il suo compito fu quello firmare il modello successore delle Air Max 95 di Sergio Lozano e delle meno conosciute Air Max 96. Compito compito che assolse egregiamente.
 


Leggi anche: Nike ha svelato una sneaker che si smonta 



Dal punto di vista progettuale si dice che la tomaia di Nike Air Max 97 richiami le forme affusolate degli shinkansen, i futuristici treni giapponesi in grado di raggiungere una velocità massima di 320 km/h. In realtà, come spiega il designer: "L'ispirazione è nata pensando a una goccia d'acqua che cade in uno specchio d'acqua e si propaga all'interno dell'unità Air." La silhouette di Nike Air Max 97 è contraddistinta da una finitura argento metallizzato, il Metallic Silver, come racconta Tresser: "All'epoca, le mountain bike e i suoi componenti sfoggiavano finiture metallizzate su materiali in metallo, come l'alluminio e il titanio lucido".

image-1668506017

Negli anni a venire, la prima colorazione è stata seguita da decine e decine di colorway creative, accompagnate da una serie di edizioni limitate che hanno celebrato il modello originale: dall’omaggio di Virgil Abloh all’edizine, esclusivamente rivolta al mercato italiano, caratterizzata da linguetta e laccio sul retro con nuances del tricolore. Fino ad arrivare all’ultimissima riedizione nell’originale palette riflettente Metallic Silver, svelata proprio quest’anno in occasione dei 25 anni. Un vero e proprio pezzo di storia ai piedi che ogni 26 marzo viene celebrato in occasione del Nike Air Max Day, la giornata mondiale dedicata alle leggendarie Air Max.

image-1668506032





Tag: Nike



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 15 novembre 2022

Vedi anche...