Focus


Le installazioni di Chiara de Rocchi presso il Salumaio di Montenapoleone

Il progetto "Journey" trae ispirazione dal viaggio dell'artista tra Istanbul e Milano, facendo riferimento non solo all'idea di spostamento fisico ma anche all'idea di un viaggio individuale all'interno. 

 

“Un viaggio può essere percepito come un periodo in cui trasportiamo determinati carichi. Oltre al nostro bagaglio o zaino, portiamo anche parti della nostra identità, problemi, ansie e paure da cui desideriamo scappare. Questi pesi che portiamo costantemente sulle nostre spalle e nella nostra mente ci trasformano in un'entità che è ancora come una scultura immobile. Mentre il metallo funge da metafora di come ci trasformiamo come esseri, la corrosione causata dal contatto di aria e acqua simboleggia le tracce di questa trasformazione. La selezione, che ritrae l'armonia statica del dire "Anch'io esisto", è un'allegoria che descrive il trauma umano, l'esperienza e la saggezza che gli anni portano".

L'unica motivazione dell'artista non è solo quella di creare oggetti fruibili e piacevoli alla vista, ma mira anche a condurre il pubblico in un viaggio esperienziale e funzionale.

image-1653559005

Un tocco contemporaneo alla funzionalità


Riferendosi alle sue opere come opere d'arte funzionali, Chiara de Rocchi realizza la sua arte da un punto di vista sociologico e filosofico dal 2019. Ogni scultura e oggetto che dà vita combina elementi naturali come legno e ferro.
Chiara de Rocchi collegherà la sua sede principale Il Salumaio di Montenapoleone Building esporrà le sue opere a quelle che non sono state esposte in precedenza. In questo edificio, gli amanti dell'arte potranno vedere opere di diverse serie di artisti.

chiaraderocchi



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata. — Pubblicato il 26 maggio 2022

Salumaio di Montenapoleone
Via Gesú, 5 Via Santo Spirito, 10 20121 Milano

6-11 giugno
10:00-19:00

Vedi anche...